Regolamento

(1.1) Le iscrizioni al Torneo della Parrocchia 2024 sono aperte dal giorno 2 aprile e termineranno il giorno 18 Aprile. Le squadre saranno considerate iscritte e quindi inserite nella compilazione dei calendari, solo ed esclusivamente dopo aver saldato l'intera quota di partecipazione. Non saranno fatte eccezioni. Allegato alla lista della propria squadra dovranno esservi i certificati medici e la fotocopia del documento di ogni membro della rosa.

(1.2) Viene richiesto il certificato medico SPORTIVO NON AGONISTICO, OBBLIGATORIO per tutti i partecipanti che non siano tesserati con la FIGC presso la nostra Società.

(1.3) Le liste delle squadre per la partecipazione al torneo devono essere formate da un minimo di 10 giocatori ad un massimo di 14, di cui andranno indicati obbligatoriamente almeno 2 portieri.

(1.4) L'iscrizione è aperta a tutti i ragazzi che hanno compiuto 16 anni di età o che dovranno compierli entro l'anno.

(1.5) Potranno partecipare i giocatori che fanno o hanno fatto parte effettivamente di una realtà parrocchiale, a questi fanno eccezione esclusivamente gli iscritti e gli ex iscritti dell'ASD S.F. Cabrini '98. Viene consentito a ciascuna squadra di inserire in lista un giocatore esterno.

(1.6) I giocatori singoli o piccoli gruppi di giocatori che non riescono a raggiungere il numero minimo per l'iscrizione di una squadra, potranno rivolgersi all'organizzazione che provvederà, ove possibile, ad aggregarli con altri giocatori per permettergli la formazione di una ulteriore squadra.

(1.7) Ogni squadra deve obbligatoriamente indossare maglie dello stesso colore; colori sociali che andranno indicati sulla lista al momento dell'iscrizione.

2. Variazione calendario e ritardi

(2.1) Le partite si svolgeranno nei giorni LUNEDI, MARTEDI, GIOVEDI, VENERDI e DOMENICA.

(2.2) Sarà possibile richiedere uno spostamento di gara rispetto al calendario. Sulle richieste, ad eccezione di quelle fatte per eventi dell'associazione o di qualsiasi realtà parrocchiale, l'organizzazione si riserva la massima discrezionalità nell'accoglimento. La richiesta potrà essere fatta fino a 24h ore prima della partita prevista da calendario. Insieme a questa dovrà essere comunicata la nuova data scelta in accordo con la squadra avversaria. Tale data non potrà essere modificata. In caso la squadra non abbia la disponibilità di uomini per disputare la partita la gara terminerà con la sconfitta a tavolino per la stessa (4 a 0).

(2.3) La squadra che non si presenterà entro 15 minuti dall'orario ufficiale della partita perderà la partita a tavolino e verrà considerata come rinuncia alla disputa della gara con tutto quello che ne comporta (punto 4.5).

3. Ricorsi

(3.1) Non sono ammessi reclami o ricorsi di carattere tecnico. Eventuali altri ricorsi dovranno essere consegnati a un membro della commissione organizzatrice entro e non oltre l’orario d’inizio delle gare del giorno successivo.

(3.2) Eventuali refusi su numero di gol segnati/subiti potranno essere segnalati direttamente con messaggi privati sulle pagine social ufficiali.

4. Provvedimenti disciplinari

(4.1) Le ammonizioni prese in partite diverse non si sommano.

(4.2) Il giocatore espulso non potrà rientrare in campo. L'espulsione manterrà la squadra (del giocatore espulso) in inferiorità numerica per 2 minuti, o fino alla segnatura di una rete della squadra avversaria. In caso di espulsione per parte, allo scadere dei 2 minuti o al primo gol fatto verrà ristabilito il numero ordinario di giocatori per ambe le squadre.

(4.3) L'espulsione comporta una giornata di squalifica automatica.

(4.4) PROCEDIMENTO PER LE SQUALIFICHE 
Nel caso di espulsione derivante da fatti gravi e meritevoli di sanzione (in aggiunta alla giornata di squalifica automatica) avvenuti nel corso di una partita, l’arbitro della suddetta partita dovrà descrivere l’accaduto in modo oggettivo. Oltre a questo, saranno presi in considerazione eventuali descrizioni fatte dagli organizzatori presenti al fatto.
Entro le ore 12 del giorno dopo alla partita, la squadra interessata potrà presentare una considerazione sull’accaduto.
Entro le ore 19 del giorno dopo la partita, la commissione comunicherà nel gruppo dei capitani la sanzione tramite comunicato.
Le sanzioni poteranno essere erogate indipendentemente dall’espulsione sul campo, su decisione dell’organizzazione.

SANZIONI disciplinari

  • Bestemmia: esclusione dal torneo
  • Fallo grave di gioco: giornata automatica
  • Gesto violento (qualsiasi atto non inerente al gioco): min 3 gg
  • Partecipare ad una rissa (anche contro persone esterne al campo): min 1 g
  • Comportamento irriguardoso nei confronti dell’arbitro: min 1 g
  • Frasi ingiuriose o minacciose nei confronti dell’arbitro: min 3 g

(4.5) La prima rinuncia a giocare una gara comporta 1 punto di penalizzazione in classifica. Alla seconda rinuncia la squadra viene considerata esclusa dal torneo. La rinunica a giocare una gara della fase ad eliminazione diretta comporta l'esclusione immediata dal torneo.

5. Regole di gioco

(5.1) La formula del torneo sarà definita a seguito del completamento delle iscrizioni di tutte le squadre.

(5.2) Le squadre per entrare in campo e disputare la partita devono essere formate da un minimo di 4 giocatori.

(5.3) Possono entrare nel terreno di gioco solo i nominativi presentati nella lista al momento dell'iscrizione. I cambi durante la gara sono illimitati.

(5.4) Per tutta la durata del torneo si applicherà la regola 14 (falli cumulativi) del regolamento di Calcio a 5 della FIGC.

(5.5) Le partite si svolgono in due tempi da 25 minuti ciascuno, con un intervallo di 5 minuti. Ogni squadra può richiedere un time-out di 1 minuto all'interno di ogni frazione di gioco. Il time out sarà concesso solo alla squadra in possesso di palla.                                        

(5.6) E' vietata qualsiasi entrata in scivolata IN CONTRASTO con un avversario.

(5.7) Esiste la regola del vantaggio ed è a discrezione dell’arbitro giudicarla.

(5.8) Il tempo massimo per battere una punizione è di cinque (5) secondi, se si chiede il rispetto della distanza si dovrà attendere il fischio dell’arbitro. Il tempo massimo per battere un calcio d’angolo è di cinque (5) secondi, se si chiede il rispetto della distanza si dovrà attendere il fischio dell’arbitro.

(5.9) Esiste la regola della mano involontaria ed è a discrezione dell’arbitro giudicarla.

(5.10) Nelle rimesse laterali non c’è richiesta della distanza in quanto l’avversario dovrà mettersi automaticamente a 2 metri dal punto di battuta. Se tale distanza non sarà rispettata e la palla sarà intercettata dal difendente verrà fischiato il calcio di punizione per la squadra che stava usufruendo del fallo laterale.

(5.11) Le rimesse dal fondo dovranno essere effettuate esclusivamente con le mani dal portiere in un tempo massimo di cinque (5) secondi. Se tale tempo non verrà rispettato sarà concesso un tiro libero.

(5.12) Nella rimessa dal fondo il portiere potrà lanciare il pallone, direttamente, oltre la linea di centrocampo.

(5.13) Durante la battuta della rimessa dal fondo da parte del portiere, la squadra in possesso potrà ricevere il pallone anche dentro la propria area di rigore. I componenti della squadra avversaria, fin quando il portiere avrà il pallone in mano, dovranno rimanere all'esterno della aria di rigore. Il pallone risulterà in gioco quando il portiere non sarà più in possesso del pallone.

(5.14) Nel caso di un retropassaggio, con qualsiasi parte del corpo, il portiere non potrà prendere la palla con le mani ma dovrà giocarla esclusivamente con i piedi in un tempo massimo di cinque (5) secondi. Nel caso contrario sarà concesso un tiro libero agli avversari. Il portiere una volta toccato il pallone, sia per rimessa dal fondo che a seguito di un retropassaggio di un compagno, non potrà ritoccare il pallone fin quando non venga toccato da un avversario o il pallone non superi la metà campo.

(5.15) Non sarà ammessa al portiere l’uscita in scivolata con i piedi in avanti IN CONTRASTO con un avversario.

(5.16) Su eventuali calci di rigore e tiri liberi non è prevista la respinta; l‘azione termina quando la palla finisce in rete, o viene respinta dal portiere, o dai montanti della porta, oppure termina fuori.

(5.17) Tutte le partite si disputeranno con palloni n.4 a rimbalzo controllato.

(5.18) La fase finale si disputerà con incontri di andata e ritorno fino alla finale che sarà invece partita unica. Non esiste il fattore campo pertanto in caso di parità di gol, sommando i due incontri, si procederà con i calci di rigore. (regola non definitiva, in attesa di conoscere il numero di squadre).

(5.19) Se la palla viene intercettata da un giocatore in barriera, all’interno dell’area di rigore, che non rispetta la distanza misurata dall’arbitro, alla squadra che stava usufruendo del calcio di punizione verrà assegnato un tiro libero a favore.

(5.20) Il guardalinee (obbligatorio) può determinare solamente se il pallone è uscito dal terreno di gioco, esclusivamente dal lato di sua competenza che comprende anche il tratto dal palo all’indicazione del calcio d’angolo. L'ultima decisione spetterà sempre e solo all'arbitro.

(5.21) I partecipanti iscritti al torneo che non hanno preso parte ad almeno DUE gare della fase a gironi, saranno esclusi dal torneo e non potranno partecipare alla fase ad eliminazione diretta. (Portieri esclusi).

(5.22) Per tutto quello che non è contemplato in questo regolamento verrà preso in considerazione il regolamento federale del Calcio a 5.

6. Varie

(6.1) La classifica del capocannoniere termina con le partite delle finali. In caso di partite con risultati superiori ai 10 gol di differenza, ai fini della classifica marcatori, verranno calcolate solo le segnature fino ad eventuali 7 gol dello stesso giocatore.

(6.2) Parità di punti nel girone

Se due o più squadre terminano il girone a pari punti, per stabilire la classifica delle squadre in questione si applicano i seguenti criteri:

  1. maggior numero di punti ottenuti nelle gare giocate tra le squadre in questione;
  2. miglior differenza reti derivanti dalle gare giocate tra le squadre in questione;
  3. maggior numero di reti segnate nelle gare giocate tra le squadre in questione.
  4. Se, dopo aver applicato questi criteri, due squadre hanno ancora lo stesso punteggio, i criteri da a) e c) saranno riapplicati per determinare la classifica finale delle due squadre. Se questa procedura non porta ad una decisione, verranno applicati i seguenti criteri:
  5. risultati di tutte le partite del girone:
  • migliore differenza reti.
  • maggior numero di reti segnate.

Qualora dovesse servire si procederà al sorteggio.

Per qualsiasi chiarimento si intenda avere o per qualsiasi reclamo si voglia presentare, ci si può rivolgere alla commissione interna del Torneo, che vigilerà anche sull’andamento regolare di tutte le gare, formata da:

Giuseppe Di Sabatino
Matteo Candela

Nella certezza che il torneo si svolga in pieno spirito cristiano e in serenità e amicizia vi auguriamo il nostro in bocca al lupo.

 

La Commissione interna del Torneo

 

icon
Squadre
icon
Classifiche
icon
Risultati
icon
Calendario
icon
Marcatori